News

La BIM Community italiana di ICMQ e INGENIO è pronta a partire

Terminata la pianificazione editoriale, la community ICMQ, rinnovata nella veste e con nuove tipologie di contenuti, è pronta ad accogliere gli esperti BIM certificati da ICMQ.

Come già preannunciato nell’ultimo numero della nostra rivista, tra le iniziative più qualificanti di ICMQ per il 2022 vi è il rilancio della community dedicata agli esperti BIM, un progetto realizzato con INGENIO, il principale portale tecnico del settore delle costruzioni, iniziato già qualche anno fa e che oggi merita però di essere ripreso e rilanciato con rinnovato impulso e nuovi contenuti.
La scelta di ICMQ di puntare su un progetto di questo tipo e di farne un obbiettivo strategico per l’anno in corso, dedicandovi i necessari sforzi organizzativi ed economici, nasce da una serie di oggettive constatazioni e da una convinzione di fondo.
Vi è innanzitutto, da contorno e da sfondo, la centralità dei temi della digitalizzazione nel ciclo economico ed industriale dei prossimi anni, che si è già imposta come dinamica irreversibile anche nella filiera delle costruzioni, impattandone tanto i processi documentali ed amministrativi (ad esempio negli appalti pubblici) quanto quelli costruttivi. Una centralità per altro ribadita anche nel Piano Nazionale di ripresa e resilienza, dove la metodologia BIM viene chiaramente individuata quale chiave di volta per una gestione semplificata ed insieme più efficiente delle procedure pubbliche, in grado di liberare nuove risorse (anche attraverso la riduzione dei costi), migliorando nel contempo la qualità delle opere anche sotto il profilo della loro sostenibilità ambientale, e di fare altresì emergere nuove competenze, in special modo tra i più giovani, ma non solo.
Ed è proprio a quest’ultimo proposito che si collega invece la scommessa più strategica di ICMQ, ovvero al tema delle competenze e al ruolo imprescindibile che esse hanno ed avranno sempre di più nel convogliare le innovazioni che le tecnologie mettono a disposizione verso la concretezza e un effettivo salto di qualità nella progettazione e nella produzione edilizia.
In tal senso va la scelta di ICMQ di puntare sui suoi professionisti certificati esperti BIM - che oggi peraltro rappresentano la grandissima maggioranza dei profili accreditati come specialisti del settore – nonché sulle aziende che hanno adottato un sistema di gestione aziendale secondo lo schema di certificazione basato sulla Prassi di Riferimento 74:2019 "Sistema di Gestione BIM- Requisiti" promossa da ICMQ e pubblicata da Uni, e sul proprio network di esperti del settore.
L’obbiettivo del progetto sarà infatti quello di dare un contributo nel mettere a sistema le esperienze sul campo di chi “lavora in BIM”, per analizzarne senza imbarazzi le problematiche, proponendone eventuali soluzioni da portare anche alle autorità competenti, ed in ogni caso per favorire la contaminazione tra competenze e prospettive diverse.
Poiché ai primi annunci è già seguito un iniziale periodo di incubazione e progettazione dell’iniziativa, nelle vesti di coordinatore della Community non voglio sottrarmi all’onere, in questa occasione, di fornire qualche ulteriore anticipazione e di prendermi, contestualmente, anche qualche impegno concreto.
Nei giorni in cui andrà in stampa questo numero della rivista, molti di coloro che hanno conseguito la loro certificazione di esperto BIM con ICMQ saranno probabilmente già stati raggiunti da una comunicazione ad hoc, che segnalerà la creazione in community del relativo profilo e che li inviterà ad attivarlo, confermando l’account e scegliendo la propria password di accesso; a chi nel frattempo si trovasse ancora in attesa di riceverla, il personale suggerimento – anche se per ogni chiarimento o informazione è stata aperta una casella della community, riportata in coda all’articolo, a cui gli interessati potranno scrivere – è di portare la pazienza necessaria a prolungare ancora di poco l’attesa.
Nel frattempo, il comitato editoriale e di gestione della Community stanno definendo ed ultimando un piano editoriale per la prima parte dell’anno, che contemplerà numerose occasioni di confronto e dibattito con altri esperti del settore, nelle forme di brevi webinar pomeridiani che ICMQ organizzerà con alcuni soggetti partner e stakeholder di filiera, coi quali sono in via di definizione degli accordi specifici e mirati proprio a collaborare nell’ambito della nostra community.
Tutti gli esperti BIM di ICMQ possono stare certi che verranno coinvolti nel progetto e, anzi, contiamo sul loro entusiasmo e sulla loro disponibilità a portare il proprio contributo.

indietro

Condividi

ICMQ è organismo di certificazione di terza parte accreditato da Accredia e specializzato nel settore dell’edilizia e delle costruzioni.